lunedì 4 maggio 2020

DESIGN & FELICITA', PARTE 2: cibo, convivialità, esperienza


Cibo, ritualità, momenti sociali ... ripartiamo da qui!
Quanto sarà bello tornare di nuovo al ristorante con gli amici! Mmm... bello? Inizio a farmi qualche domanda a riguardo; a pensarci bene non sarà proprio come prima... adottare il distanziamento sociale implica stare lontani, niente strette di mano, niente pacche sulle spalle... e soprattutto niente condivisioni a tavola. Tutta un'altra storia...
Tempo fa, quasi per caso, ho avuto modo di parlare con uno chef della mia zona e confrontarmi con lui sulle strategia per la ripartenza. Si naviga a vista anche in questo settore e in mancanze di linee guida ufficiali che tracciano la strada da seguire, è davvero difficile ipotizzare scenari futuri. La paura di tutti è che tra distanziamenti, pannelli, turni, disinfettati e mascherine, si perda quel piacere, unico e appagante, dell'andare a mangiare al ristorante.

sabato 2 maggio 2020

DESIGN & FELICITA', PARTE 1: Riflessioni pre e post Covid



Chi se lo sarebbe mai aspettato... nel 2020, dover fare i conti con le fragilità umane a causa di un virus subdolo e potente che ha ribaltato le abitudini, turbato gli equilibri e gettato tutto il mondo in uno stato tremendo fatto di incertezze e paure.
Fatto sta che tutti siamo stati costretti ad una reclusione forzata, unico mezzo per salvaguardare la nostra salute e quella di tutti. Abbiamo imparato a lavarci bene le mani, ad indossare una mascherina per uscire di casa, a muoverci solo se strettamente necessario, a video chiamarci, a fare gli aperitivi virtuali, a fare la pizza e il pane in casa, a conoscere i nostri vicini, a prendere un caffè sul balcone... ad apprezzare un messaggio con scritto semplicemente "come stai..."

sabato 15 settembre 2018

Settembre... e i "nuovi inizi"

Settembre!
...l'aria fresca della mattina, le giornate più corte, i colori dorati della natura... mi sono accorta un giorno di questa settimana, attraversando il viale di pini e gelsi per raggiungere il mio studio, che l'estate sta finendo; è stata come una presa di coscienza, come il risveglio da un letargo o meglio lo scuotersi da quel torpore estivo che mi ha fatto rallentare per un pò di tempo e riprendere energie. Dico sempre che "la creatività ha i suoi tempi"...io ho preso il mio di tempo quest'estate, tempo per leggere, pensare, passeggiare, stare all'aria aperta, nutrire mente e corpo di natura, colori ed emozioni; per un pò ho fatto quello che mi piaceva di più, quello che mi andava... in barba a doveri e sensi di colpa sempre dietro l'angolo. E' lo spettro del free-lance "se non lavori tu non c'è nessuno che lavora per te" che ho cercato di tenere a bada a favore di una rigenerazione mentale necessaria!

Moodboard di settembre 2018, Back to school

lunedì 6 agosto 2018

Un mood board al mese...

Chi mi segue sui social avrà notato che all'inizio di ogni mese pubblico una foto che ritrae immagini, oggetti vari e mazzette colori collegati fra loro da un tema ben preciso. Un mio caro conoscente, un arzillo signore che qui in paese tutti chiamiamo "il Professore", definisce queste foto come "le mie composizioni"! E in effetti ha ragione! Quelle che lui definisce "composizioni di oggetti" in altro modo, con linguaggio più tecnico e aderente al mondo contemporaneo della progettazione, vengono definiti "moodboards", letteralmente "tavole degli umori".

Moodboard del mese di luglio 2018 con Berrycolors

Queste tavole sono utili strumenti progettuali adottati in ogni campo creativo dalla moda, alla grafica, al design in generale e che servono sia ai progettisti che ai clienti per comunicare e comprendere l'idea di un progetto, il "concept". E questa idea può essere espressa raccogliendo una serie di immagini di ispirazione, un campione di materiale e da ultimo ma non da ultimo una selezione di colori, la paletta!

Mi piace esprimere con un moodboard l'umore del mese!

All'inizio, circa un anno fa, è iniziato un po' per gioco... un divertimento da designer; ora, oltre che un utile esercizio stilistico per mantenere vivace la creatività, è diventato un modo per comunicare il mio lavoro, per esprimere le potenzialità di una progetto d'interni, per suscitare curiosità verso questo mondo e per fornire un'ispirazione aderente alle caratteristiche e ai valori , tangibili e intangibili, del mese di riferimento.

Giugno è stato un mese importante, soddisfazioni e dispiaceri, risultati raggiunti e battute d'arresto, porte chiuse e altre aperte; in questa altalena di emozioni e attività, una telefonata inaspettata mi ha aperto la strada per una nuova possibilità!

E con il moodboard di luglio ho inaugurato una nuova collaborazione con la  Maf Color Company, azienda del perugino che si occupa di colore da oltre quaranta anni e che ha studiato un innovativo sistema di scelta del colore, il sistema Berrycolors che potete visionare a questo link .
Dal mese di luglio potrete vedere, inseriti nei miei moodboard, le palette colori scelte tra le bellissime nuance Berrycolors!

Quello che vedete in copertina è il moodboard di luglio, ispirato al tempo delle vacanze, delle colazioni lente, del sole e del mare che riempiono gli occhi di bellezza... un umore azzurro e felice in perfetto stile Mediterraneo!

Questo che vedete quì sotto invece è il mood board di agosto e se siete curiosi di leggere come poter concretizzare in un progetto di restyling d'interni anni '50, le ispirazioni che vedete in tavola, andate a leggere l'articolo sul blog Berrycolors relativo al moodboard di agosto, basta cliccare quì !

Moodboard del mese di agosto 2018 con Berrycolors

Intanto vi do appuntamento a settembre con il prossimo moodboard!

Seguiteci e scoprirete un sacco di cose interessanti sul mondo del colore e della progettazione d'interni!


venerdì 20 luglio 2018

ECONOMIA CIRCOLARE & DESIGN

Amo i caldi pomeriggi d'estate! Trovo che nella penombra della casa e nel silenzio rotto dal frinire delle cicale, si nascondano le condizioni ideali per pensare, leggere, studiare, scrivere... 
Quando il lavoro me lo permette, in questo periodo, cerco di sbrigare progettazioni, incombenze e faccende varie durante la mattinata e di riservarmi il pomeriggio per questo impegno intellettuale che nutre la mia creatività. 
Oggi per esempio, sono rimasta a casa dopo il pranzo, ho cercato la stanza più fresca della casa che è una rarità ormai in questi mesi ma per fortuna il ventilatore mi aiuta a sopravvivere, ho aperto il pc e ho iniziato a scrivere... senza passare prima attraverso una bozza scritta su carta e penna, è vero, ma spesso subisco anche io il fascino della velocità della scrittura digitale e così scrivo di getto (ma giuro, riguardo sempre più e più volte quello che scrivo prima di pubblicarlo!) fermando su questo foglio virtuale le emozioni del momento. Oggi è una giornata in cui avrei proprio tante cose da scrivere e su cui riflettere... ne prenderò una delle tante, sulla scia del post scritto appena due giorni fa e sempre costantemente collegata al mio principale ambito d'azione che è quello del design ma che anche sta volta, ci riguarda tutti da vicino... come il design d'altronde!

Il principio delle 3 erre

mercoledì 18 luglio 2018

A proposito del rapporto uomo-natura


C'eravamo salutati così... ad aprile, in pieno fermento per la Milano Design Week! 
Sembra che io non sia mai tornata da quella giornata "mordi e fuggi" al Fuorisalone per quanto tempo è trascorso dall'ultimo post! La vita da freelance mi impone ritmi "ad elastico" che spesso mi sfuggono di mano. In questi tre mesi, la chiusura dell'anno accademico all'Istituto Italiano Design, il periodo da tutor per l'attività di alternanza scuola-lavoro e nuovi progetti per il mio futuro professionale hanno assorbito tutte le risorse a mia disposizione. In tutto questo alternarsi di impegni e lavori diversi non mi abbandona una riflessione profonda e prolungata, iniziata nel mese di marzo, su design e felicità che sta diventando il fil-rouge per tutte le mie attività.
Oggi, approfitto di questa giornata lenta e pensierosa per rimettere un pò d'ordine dentro di me e negli ambienti, virtuali e reali, in cui vivo.
Punto primo: aggiornare il blog! Quindi... dicevamo... Milano Design week! Ormai mi sembra decisamente anacronistico raccontarvi di come sia andata la mia giornata milanese e di quanto sia stata bella e interessante... dopo tutti gli articoli e resoconti fotografici pubblicati in tanti quotidiani, riviste del settore e non, siti, blog e chi più ne ha più ne metta...! Riguardare le foto scattate durante la giornata è stato però un buon pretesto per riflettere su un argomento che mi sta molto a cuore e  che condivido ora con voi: il rapporto uomo-natura. 

giovedì 19 aprile 2018

Un giorno a Milano: toccata e fuga al fuorisalone

Ci siamo quasi... dopo due anni di astinenza finalmente respirerò di nuovo " un pò d'aria buona" come dico io! Domani salirò a Milano per un fast-tour nella capitale del design per uno degli evento internazionale più importante dell'anno, la Milano Design week!

I Navigli, ora aperitivo alla Milano Design Week del 2015.